IL MARGINE

IL MARGINE casa editrice
copertina "Ero prigioniera"
  • di Mariagrazia Fusari
  • ERO PRIGIONIERA
  • COLLANA I larici
  • pp. 224, cm. 19,7 x 12,8 ill.
  • prezzo di copertina: EUR 15,00 - prezzo scontato: EUR 12,75 (-15%)
  • 978-88-6089-019-1
  • argomenti: Emarginazione;  Personaggi;  Psicologia;  Scuola;  Società;  Solidarietà;  Disabilità; 

Presentazione

Una voce ammutolita. Un corpo inchiodato alla carrozzina. Una bambina segnata fin dalla nascita dall'asfissia e da un grave danno neuromotorio, considerata per anni irrecuperabile, perché non parla e gli altri non capiscono che lei capisce tutto. E poi, finalmente, qualcuno pensa di darle un computer speciale affinché si possa esprimere. Così Maria Grazia Fusari rinasce e comincia a liberarsi dalla prigionia della sua invalidità e dell'incomprensione.

L'autobiografia di Mariagrazia Fusari è una storia vera, straordinaria, che appassiona come un romanzo: la disperazione, la solitudine, cure dolorosissime affrontate nella speranza di guarire, di diventare «normale», e poi rivelatesi gli inganni di medici senza scrupoli e umanità. La fatica quotidiana di convivere con un corpo che non ti obbedisce, le frustrazioni dei primi anni di scuola, gli schiaffi dei pregiudizi e del sarcasmo, il dolore per la morte del papà quand'è ancora piccola.

Finché insegnanti e operatori più attenti scoprono l'intelligenza di Mariagrazia e le danno lo strumento per raccontarsi: il computer. E lei rinasce, si libera. Scrivendo in prima persona, battendo sul computer - con enorme fatica e incredibile perseveranza - un tasto e una lettera alla volta con un solo pollice, Mariagrazia Fusari, oggi trentasettenne, ha narrato la sua vita «diversa» e a quale prezzo ha saputo scalare la montagna della sua disabilità e acquistare la dignità di persona diversamente abile ma ugualmente capace di arrabbiarsi, di lottare e di sorridere.

Questo libro è una specie di miracolo nato dall'amore e dal coraggio

Nacqui dunque verso l'una di notte. Non piansi subito, non emisi quel pianto gioioso che dà inizio a ogni vita. F ui colpita da paralisi cerebrale con asfissia pallida: la più brutta che c'è.

Per inserire un commento è necessario fare il login

torna a inizio pagina

Codice fiscale/Partita IVA/Registro Imprese TN: 01959460229 - Capitale sociale € 37.800,00 i.v.
sede legale: Via Delle Laste 3 - 38121 Trento - c.c.p. 70643549 intestato a Casa editrice IL MARGINE

© Copyright 2006 Casa editrice IL MARGINE - Design by Arsweb - Powered by eZ publish online booking software